La Storia

Il Cavaliere delle Sfide

1963 La sfida comincia nel 1963 a bordo di una Cinquecento con la scritta: "Impresa edile Angelo Carron - San Zenone degli Ezzelini (Treviso). La guida un giovane dalle idee chiare che ha decisamente una marcia in più degli altri. Angelo Carron per la sua tenacia e la sua bravura verrà successivamente soprannominato "Il cavaliere delle sfide".

'60/'70 Gli anni sessanta e settanta sono anni di sviluppo caratterizzati da un continuo impegno: prima riesce ad aggiudicarsi la ristrutturazione della scuola elementare Noè Bordignon a San Zenone degli Ezzelini; poi dà avvio a una fortunata iniziativa immobiliare sempre a San Zenone.

anni '80 Con l’inizio degli anno ottanta, in un’ottica di diversificazione delle attività, si susseguono alcune commesse per la costruzione di infrastrutture nell’hinterland. Comincia anche il processo di strutturazione dell'azienda: molte responsabilità sono delegate a collaboratori e i profitti generati vengono reinvestiti nel miglioramento dell’azienda e degli standard qualitativi. La direzione del ‘cavaliere’ è decisa e richiede la pronta risoluzione di ogni problema, perché com'era solito ribadire: "Cosa fatta capo ha".

anni '90 Negli anni novanta a Castelfranco Veneto le insegne della Carron campeggiano un po' ovunque per i 200 alloggi nel quartiere Bastia, per il restauro della biblioteca comunale e dell'ex Standa. Al ruolo nel mercato si aggiunge anche quello nel sociale  e nel mondo sportivo con la conduzione del Giorgione Calcio in serie C2 e con importanti partecipazioni al Calcio Treviso e sostegni a varie attività agonistiche. Nella seconda metà degli anni novanta l'azione dell'impresa si allontana dall'ombra del campanile per approdare in Alto Adige dove con l'Amministrazione provinciale firma un contratto da 45 miliardi per il restauro dell'Hotel Savoy a Merano e per la ristrutturazione dell'Accademia europea. La Carron spa ormai è entrata nel novero delle grandi imprese e si conquista la fiducia del presidente di Fondazione Cassamarca Dino De Poli che nel 1999 gli affida l'incarico di realizzare la nuova Università di Treviso, terminata a tempo di record nell'ottobre del 2000.

2001 Dopo la prematura morte del Cavaliere entrano in gioco i figli: Diego insieme alle sorelle Arianna, Paola, Marta e Barbara. L’azienda si pone nuove ambiziose mete e proietta sempre più il proprio orizzonte d’attività nel Triveneto. Oltre che a Treviso, vengono aperti nuovi cantieri a Padova, Verona e in Friuli. Nel decennio aumentano le acquisizioni di appalti in opere infrastrutturali, di edilizia civile e nel campo del restauro. Un percorso di costante crescita che vede via via l’azienda impegnata, tra gli altri, nella realizzazione dell’Aeroporto Canova di Treviso, nel restauro di Villa Emo, nella costruzione del polo universitario di Vicenza, nell’Ospedale di Conegliano, nel recupero del Centro Culturale San Gaetano a Padova, nella riqualificazione della facoltà di sociologia a Trento e in diversi interventi infrastrutturali legati al miglioramento della viabilità a Mestre.

 

Scarica il PDF

Il Cavaliere delle Sfide

 
 

2010 inaugurata nello stesso anno il centro sportivo e natatorio Aquapolis di Bassano del Grappa, realizzato in project financing con l’amministrazione locale. Con l’edificazione della casa comunale di Onna, realizzata in bio-edilizia secondo criteri di sostenibilità, l’azienda contribuisce al processo di ricostruzione in corso a L’Aquila a seguito del terremoto per conto dell’Ambasciata tedesca.

2012 Con il cantiere per il social housing di Via Cenni a Milano, Carron è tra i protagonisti del più importante progetto di edilizia residenziale in legno a livello europeo in termini di dimensioni. L’azienda consolida la propria presenza nella città meneghina aggiudicandosi anche il maxi-intervento per il social housing di Figino, la riqualificazione del Palazzo Uffici di Via Filzi e il restauro di Palazzo Turati, nuova sede della Camera di Commercio di Milano.

2015 Il consolidamento nell’area lombarda può dirsi positivamente conseguito. Punti di riferimento autorevoli dell’impresa sono le amministrazioni pubbliche, per numerosi progetti in campo residenziale, commerciale e direzionale e prestigiose Committenze private che con le realtà del territorio e nel territorio stesso sviluppano i loro programmi di espansione avvalendosi, per la progettazione paesaggistica e strutturale, delle grandi firme del design e dell’architettura. Di pari passo e con il medesimo timbro, è frattanto proseguita l’espansione nelle altre regioni del Centro-Nord Italia (Piemonte, Emilia Romagna, Toscana e Lazio) arricchendo le relazioni d’affari con nuove importanti realtà imprenditoriali di respiro internazionale.
All’anno 2014 l’impresa consegue la sua massima dimensione storica in termini di produzione, mettendo a segno un giro d’affari proiettato a 200 milioni di euro. Risultati operativi e capacità performanti, consentono all’impresa di rientrare tra le realtà eccellenti del settore a livello nazionale, attestata nella manifestazione annuale di Palazzo Borsa a Milano tenutasi a giugno 2015, promossa da Global Strategy.
Carron si attesta come modello ed esempio di fare impresa nella fase di più profonda crisi economica del dopoguerra.

 
 
 
Carron s.p.a. | via Bosco, 14/1 - 31020 San Zenone degli Ezzelini (TV) | P.IVA: 01835800267 | Privacy | info@carron.it | made in Nextep