Editoriale (Novembre 2012)

inCantiere Novembre 2012

Stiamo per archiviare un anno veramente critico per l’economia, in particolare per il settore delle costruzioni, per l’Italia, l’Europa, il mondo. Difficile in questo momento far prevalere la voglia di ottimismo sulle ragioni oggettive del pessimismo. Quello che ci attende nel 2013 sarà senza dubbio ancora più difficile e impegnativo di ciò che lasciamo alle spalle. Nonostante tutto, abbiamo il dovere di guardare avanti e di ‘non mollare’.

Stiamo per archiviare un anno veramente critico per l’economia, in particolare per il settore delle costruzioni, per l’Italia, l’Europa, il mondo. Difficile in questo momento far prevalere la voglia di ottimismo sulle ragioni oggettive del pessimismo.
Quello che ci attende nel 2013 sarà senza dubbio ancora più difficile e impegnativo di ciò che lasciamo alle spalle.
Nonostante tutto, abbiamo il dovere di guardare avanti e di ‘non mollare’.
La nostra azienda affronta il futuro a testa alta con la consapevolezza e la forza di chi vuole cogliere nuove sfide e occasioni di crescita anche in uno scenario aggravato dal calo degli investimenti pubblici, da un peso fiscale insopportabile, dalla scarsa disponibilità di credito e dalle difficoltà economiche che rendono sempre più difficile l’acquisto di un’abitazione.
Non abbiamo mollato la presa. Anzi, con flessibilità e capacità di reazione abbiamo messo in campo tutta l’energia e il coraggio per crescere ed evolvere ancora. Oggi siamo a Milano, a Bologna, a Cremona, in Trentino, e per la prima volta siamo presenti anche all’estero con un prestigioso lavoro di restauro nell’isola di Malta. Possiamo vantare relazioni consolidate con i grandi nomi dell’architettura e dell’imprenditoria e stiamo curando lavori per brand internazionali noti in tutto il mondo.
Se, come ci indicano i numeri, chiuderemo il 2012 incrementando il risultato dell’esercizio precedente lo dobbiamo ad un’attenta gestione aziendale mirata all’ottimizzazione di ogni aspetto e alla filosofia del costruire bene spendendo bene che da sempre perseguiamo, combinando un approccio rigoroso alla costruzione con la ricerca di efficienza. Senza trascurare mai gli impegni per la sicurezza dei cantieri. Un ruolo fondamentale hanno le persone, manager e dipendenti di ogni livello. Per questa risorsa, la più preziosa per Carron, investiamo continuamente con interventi di formazione e qualificazione.
Nel 2013 ricorderemo e festeggeremo i cinquant’anni di attività: cinque decenni in cui la Carron ha continuato a crescere e a migliorare, facendo diventare realtà il sogno del nostro indimenticabile padre, Angelo.
L’augurio è che il 2013 possa essere un anno migliore, per tornare a guardare al futuro con serenità.
In bocca al lupo!
 
Diego Carron

Condividi questo articolo:

Ultimi articoli

Ufficio Commerciale e Ufficio Gare Carron

Intervista al responsabile dell'ufficio commerciale e al responsabile dell'ufficio gare

Continua a leggere

Nuova piattaforma cloud e digitalizzazione dei dati

Ecco le innovazioni dello smart working che consentono alla squadra Carron di lavorare sempre e ovunque

Continua a leggere

Ultimo magazine

Archivio magazine

 
 
Proposte Immobiliari
 

Appartamento A4a

Castelfranco Veneto (TV)

 
 

Appartamento tre camere

Treviso (TV)

 
 

REDAZIONE

Carron s.p.a. | via Bosco, 14/1 - 31020 San Zenone degli Ezzelini (TV) | tel: +39 0423 9657 | info@carron.it

made in Nextep