Parola d’ordine: organizzazione e coordinamento

inCantiere Luglio 2012

Quasi 17 mesi di cantiere senza creare particolari disagi alla percorribilità e al normale svolgimento delle attività di cittadini e operatori economici della zona

Portare avanti un cantiere viario per quasi 17 mesi, in un Comune come Mestre, senza interferire sulla viabilità e la qualità di vita degli abitanti e degli operatori economici della zona non era una sfifa facile, eppure ora, che la strada Vallenari Bis è definitivamente conclusa, si può dire che l'impresa abbia avuto un completo successo. La parola al capoarea Stefano Caverzan.

Ripercorrendo la storia di questo cantiere, quali sono state le problematiche più importanti che avete affrontato?

Organizzazione, coordinamento, un continuo monitoraggio dell'andamento dei lavori ci hanno consentito di chiudere i lavori della Vallenari Bis nei tempi previsti. Questo impegno è parte integrante del DNA dell'Impresa Carron. Dall'inizio dei lavori, avvenuto il 27 ottobre 2010, abbiamo realizzato un cantiere molto articolato che aveva davanti a sè la sfida di realizzare una nuova strada in cui Sicurezza e Viabilità viaggiassero insieme.

Questo ha comportato la necessità di prestare particolare attenzione a non interrompere in modo invasivo la viaiblità ordinaria, consentendo la percorribilità della strada attraverso bretelle di supporto e di prevedere una serie di accorgimenti per ridurre il rischio di eventuali incidenti per chi doveva transitare nella strada durante i lavori.

da questo punto di vista, la realizzazione del sottopasso è stata una delle opere più problematiche, ma abbiamo agito cercando di ridurre al minimo l'impatto sui cittadini che hanno le loro abitazioni lungo i percorso della strada, insieme a numerose attvità commerciali ed anche turistiche presenti nell'area. Abbiamo fatto in modo di ridurre al massimo i disagi, salvaguardando la sicurezza degli utenti, anche se questo ha comportato qualche problema in più dal punto di vista gestionale.

Com'è stata la collaborazione tra i diversi protagonisti del progetto?

Quando ci s'impegna a realizzare un'opera di questa portata è fondamentale poter lavorare con serenità insieme a tutti i protagonisti di un'avventura del genere.

Da questo punto di vista i buoni rapporti, il rispetto e la collaborazione con tutti i preposti al cantiere non sono mai mancati: siamo riusciti ad ottenere per tutte le parti la migliore mediazione possibile, raggiungendo un risultato che è nel complesso il massimo per tutti. Le problematicità che inevitabilmente vengono a crearsi nello svolgersi di un simile impegno sono state risolte insieme nelle riunioni settimanali di coordinamento del cantiere in un clima disteso e costruttivo.

Si tratta di un'opera molto attenta a ridurre al minimo gli impatti ambientali? Che soluzioni avete adottato?

Oggi non è più possibile prescindere da un atteggiamento responsabile nei confronti dell'ambiente, applicando tutte le soluzioni che lo sviluppo della tecnologia e delle tecniche ambientali ci mettono a disposizione. Le strade non devono essere solo per i mezzi amotore, ma devono tenere in considerazione tutti gli utenti, dai ciclisti ai pedoni e la sicurezza è un imperativo per tutti. Oltre ai quasi 7000 mq di pista ciclabile che abbiamo realizzato per rendere questa strada urbana ancora più a misura d'uomo, mi fa piacere ricordare l'uso di particolari materiali di derivazione biologica per la pavimentazione, il sistema di fito-depurazione, l'attenzione anche all'aspetto estetico, con le staccionate in legno e la piantumazione con oltre 215 piante che dà respiro ecologico ma anche sociale all'opera.

 

Condividi questo articolo:

Ultimi articoli

Ufficio Commerciale e Ufficio Gare Carron

Intervista al responsabile dell'ufficio commerciale e al responsabile dell'ufficio gare

Continua a leggere

Un polo umanistico green per l'Università di Padova

La partnership di Carron con il Dipartimento di Geoscienze dell’Università di Padova ha portato alla realizzazione di un innovativo sistema di monitoraggio dell’impianto geotermico per studiarne gli effetti prolungati(…)

Continua a leggere

Ultimo magazine

Archivio magazine

 
 
Proposte Immobiliari
 

CASTELFRANCO - Treville - Lotto artigianale

Castelfranco Veneto (TV)

 
 

Porzione di testa

Castelfranco Veneto (TV)

 
 

REDAZIONE

Carron s.p.a. | via Bosco, 14/1 - 31020 San Zenone degli Ezzelini (TV) | tel: +39 0423 9657 | info@carron.it

made in Nextep