Porto Piccolo: il centro di Caorle torna a nuova vita

inCantiere Novembre 2012

Un intervento di riqualificazione di un’area alle porte di Caorle, un nuovo complesso residenziale e commerciale che sorge nel cuore della città, in prossimità del porto dei pescatori. Porto Piccolo, grazie al progetto realizzato dall’impresa Carron

Porto Piccolo: il centro di Caorle torna a nuova vita Image
Un intervento di riqualificazione di un’area alle porte di Caorle, un nuovo complesso residenziale e commerciale che sorge nel cuore della città, in prossimità del porto dei pescatori.
Porto Piccolo, grazie al progetto realizzato dall’impresa Carron, i cui lavori sono terminati nel giugno scorso, torna a nuova vita e si presenta oggi come un rifugio ideale a un passo dal centro storico e dalle marine, quella di levante e di ponente, unite dal panoramico lungomare di Ca’ dell’Angelo.
Oggi turisti e visitatori di Caorle, al loro ingresso in città, vengono accolti da nuovi e suggestivi percorsi pedonali ricavati in uno dei luoghi di interesse storico-culturale della città stessa.
I lavori erano iniziati nel marzo del 2009: dopo aver proceduto alla demolizione dei fabbricati preesistenti sono stati costruiti tre fabbricati destinati a residenza stabile, turistica, commerciale e pubblica.
Due le aree interessate, chiamate “ex autostazione – Ambito 1” e “Consorzio Peschereccio - Ambito 2”, entrambe rientranti all’interno del PIRUEA, il Piano Integrato di Riqualificazione Urbanistica Edilizia ed Ambientale, il cui obiettivo era la riqualificazione di due aree degradate del centro storico.
Sono 4 i corpi di fabbrica tra loro aggregati, due a nord e due a sud del Rio, più una “piastra” interrata sviluppata su due livelli, anch’essa a nord del Rio. L’interrato è prevalentemente destinato ad autorimessa con una capacità complessiva di circa 100 posti auto, di cui 18 adibiti ad uso pubblico.
Sono stati interessati dai lavori 4.700 mq di superficie interrata e circa 6.200 mq di superficie fuori terra. 24.000 i metri cubi di scavo realizzato, e circa 1.200 le tonnellate di terreno inquinato smaltito.
A queste cifre vanno aggiunti i 3.700 metri lineari di jet grouting e i 4.900 mq di diaframmi realizzati. Particolarmente impegnativo, nell’esecuzione dei livelli interrati, il monitoraggio delle falde che ha richiesto speciali opere provvisionali.
Indagini di carattere archeologico, effettuate in via cautelativa, non hanno invece rilevato opere o manufatti da salvaguardare.
Oltre al recupero dei volumi esistenti, sono state realizzate opere di interesse pubblico; è stata recuperata la loggia, così come la gran parte dei fabbricati in mattoni faccia vista; è stato inoltre mantenuto e riqualificato lo spazio di Piazza Mercato che appartiene alla storia della cittadina. Oltre al nuovo Consorzio Peschereccio le nuove edificazioni comprendono ora 36 appartamenti e 28 negozi.
Le unità abitative sono state curate non solo per quanto riguarda l’aspetto progettuale, ma anche per quanto concerne la scelta di finiture, concepite tenendo conto dei più innovativi trend di design e progettazione d’interni.
Ambienti versatili e integrati in un prezioso insieme di tradizioni artigiane e di moderne comodità. Anche i materiali coniugano tradizione e avanguardia, così come innovativi sono gli aspetti impiantistici e tecnologici.

 

Condividi questo articolo:

Ultimi articoli

La conversione di due fabbricati in residenze sanitarie assistenziali

Carron sta completando le nuove R.S.A. in via Marochetti a Torino: due strutture tecnologiche in cui gli ospiti potranno sentirsi come a casa

Continua a leggere

Ufficio Commerciale e Ufficio Gare Carron

Intervista al responsabile dell'ufficio commerciale e al responsabile dell'ufficio gare

Continua a leggere

Ultimo magazine

Archivio magazine

 
 
Proposte Immobiliari
 

LOTTO Residenziale N.7

Riese Pio X (TV)

 
 

Direzionale - Uffici

Vedelago (TV)

 
 

REDAZIONE

Carron s.p.a. | via Bosco, 14/1 - 31020 San Zenone degli Ezzelini (TV) | tel: +39 0423 9657 | info@carron.it

made in Nextep