Nuova viabilità in località Malcontenta

inCantiere Marzo 2013

L’area di Malcontenta, compresa all’interno del territorio del Comune di Venezia, vedrà migliorare presto la sua viabilità

Nuova viabilità in località Malcontenta Image

Il progetto esecutivo, in attesa di approvazione, è stato redatto da un’ATI composta dalla stessa Carron, da Pro. tec.o e EFarm.
Gli interventi di progetto rientrano fra le opere previste da un Accordo di Programma per la gestione dei fanghi di dragaggio dei canali di grande navigazione e la riqualificazione ambientale, paesaggistica, idraulica e viabilistica dell’area di Malcontenta – Marghera, che vede l’Autorità Portuale di Venezia come ente committente.

In particolare il progetto definitivo prevede un primo stralciodiinterventicheriguarderannoinmodoparticolare: lo svincolo a raso costituito da 2 rotatorie strettamente correlate, dette “doppia rotatoria Malcontenta”, quella “dell’Elettronica”, di 90m di diametro interno, e quella “della Chimica”, di 50 m; la “Rotatoria Autoparco”, di 14m di diametro; la “Controstrada” a senso unico affiancata a via Malcontenta per raccogliere il traffico proveniente dalla rotatoria Autoparco e dalle attività industriali/commerciali affiancate alla SP42; il “Viadotto Malcontenta” che sovrappassa la SP24 e il “Percorso ciclo-pedonale” che collega Malcontenta, la “doppia rotatoria Malcontenta” e la “Rotatoria Autoparco”.

La configurazione finale del nodo stradale, che si inserisce tra la zona abitata di Malcontenta a sud, la SS 309 ad ovest e la zona produttiva di Marghera a est e a nord, prevede la realizzazione di uno svincolo a livelli sfalsati per le interferenze con la SS309 Romea (oggetto di un 2° stralcio); la realizzazione di uno scavalco della rete viabile commerciale nel centro abitato di Malcontenta; inoltre la realizzazione di un percorso ciclabile lungo la SP24.

Il progetto prevede, tra le opere d’arte, la traslazione del viadotto Malcontenta verso ovest, in modo da scavalcare la sola via delle Valli, invece che l’intera futura rotatoria. Il viadotto, al fine di minimizzarne l’impatto sul contesto, è a via di corsa inferiore. Le travi che fungono anche da parapetto sono a sezione variabile e con profilo ad arco. Per contenere l’ingombro dell’opera sono previsti muri di contenimento in particolare nelle rampe del viadotto Malcontenta. I muri previsti sono realizzati in terra rinforzata, con blocchi di calcestruzzo colorati e superficie a “spacco di cava”. Infine è previsto un scatolare principale sul canale Fondi a Sud da realizzarsi in cemento armato gettato.

L’Accordo di Programma prevede anche progetti di sistemazione a verde, in modo da valorizzare l’intera area. Le due aree limitrofe sono destinate a diventare due nuovi “parchi urbani attrezzati” denominati Malcontenta C e Parco urbano lineare Fusina-Malcontenta. Saranno piantati arbusti ornamentali e filari alberati.

Il raccordo stradale di progetto si presenta come un’infrastruttura estesa e complessa per quanto riguarda le lavorazioni e le tecnologie previste. “Il cantiere si svolgerà per tutta la sua durata con il traffico veicolare aperto e verrà suddiviso in quattro fasi operative, su cui verrà progressivamente deviato il traffico sia leggero che pesante al fine di garantire l’accesso alle varie zone industriali in esercizio” spiega il geom. Adriano Sasso, Capoarea per Carron. “Dovranno essere salvaguardate scrupolosamente tutte le reti interrate in esercizio, tra cui Snam, Versalis Polimeri, IES, Italgas, Veritas, Enel, Telecom. Inoltre sarà da salvaguardare anche la limitrofa raffineria in esercizio della S. Marco Petroli a cui dovrà essere garantito l’accesso senza limitare o rallentare il flusso dei mezzi che vi transiteranno”. 

Tags:

Condividi questo articolo:

Ultimi articoli

Un upgrade estetico e funzionale

Un intervento di trasformazione architettonica, strutturale e impiantistica che ha dato nuovo appeal ad un edificio ormai datato. Il nuovo lay-out e il completo rinnovo dell’involucro esterno con facciate vetrate alta(…)

Continua a leggere

Ultime aggiudicazioni (Giugno 2019)

  Autostrada BS VR VI PD Spa (ATI ICM - CARRON- ICOP) Opere di completamento della nuova autostazione di Montecchio Maggiore (VI) e collegamenti con la viabilità ordinaria Importo: € 56.813.000,00   Zambon Spa Edifica(…)

Continua a leggere

Ultimo magazine

Archivio magazine

 
 
Proposte Immobiliari
 

Appartamento tre camere

Treviso (TV)

 
 

NEGOZI Ambito 1

Caorle (VE)

 
 

REDAZIONE

Carron s.p.a. | via Bosco, 14/1 - 31020 San Zenone degli Ezzelini (TV) | tel: +39 0423 9657 | info@carron.it

made in Nextep