L'ampliamento della conceria Masoni in Toscana

inCantiere Dicembre 2016

La riqualificazione di un’area per rispondere alle esigenze produttive e migliorare la qualità della vita

L'ampliamento della conceria Masoni in Toscana Image

Riqualificare un’area restituendola alla comunità con un valore aggiunto. Soddisfare con lo stesso intervento le esigenze di un’impresa. È questa la mission che la Conceria Masoni ha raggiunto attraverso un’opera dal sapore green e all’avanguardia realizzata dall’Impresa Carron. Nuovi laboratori produttivi, uffici e showroom, e la contestuale riqualificazione dello spazio pubblico adiacente.

Il geometra Matteo Bacchin, project manager dell’intervento, ci spiega com’è cambiato architettonicamente lo spazio.

In cos’è consistita la riqualificazione dell’edificio produttivo?

Si tratta di un intervento di ampliamento dell’immobile esistente sul versante sud del lotto per la costruzione di nuovi locali funzionali alla conceria. L’ampliamento, in aderenza al fabbricato esistente, ha portato alla realizzazione di un edificio di circa 355 mq di superficie coperta, articolato su tre piani fuori terra ed un piano interrato. I nuovi locali sono stati adibiti a sede della Conceria, creando spazi ad uso direzionale, ma anche show room dedicati all’esposizione della merce, laboratori di ispezione del materiale e una rimessa interrata, per rispondere alle diverse esigenze dell’attività produttiva.

Come si è invece trasformato lo spazio pubblico?

Lo spazio pubblico antistante lo stabilimento, di proprietà pubblica, è stato trasformato da parcheggio asettico a nuovo spazio destinato in parte a verde, in parte a parcheggio a disposizione della comunità di Santa Croce sull’Arno. Una riqualificazione interamente finanziata dalla Conceria Masoni spa.

Al mega party di inaugurazione dell’edificio e della piazza, a cui hanno preso parte dj come Fedez e noti gruppi musicali, hanno partecipato circa 3 mila persone.

Cos’è piaciuto di più ai non addetti ai lavori?

Chi ha visto il prima e il dopo ha apprezzato com’è stata ridisegnata l’area, prima di per sé architettonicamente piatta, con un intervento di carattere decisamente moderno e vivace. L’opera spicca ora nel contesto conciario circostante, creando un landmark di forte impatto architettonico.

Quali materiali e tecniche costruttive sono state adottate per il rispetto dell’ambiente?

Il progettista e la proprietà hanno puntato fin da subito sulla realizzazione di facciate con materiali semplici come il cemento, il legno e il vetro. I materiali sono stati saggiamente bilanciati e proporzionati. Da padrona la fanno sicuramente le facciate caratterizzate dal verde verticale, che donano all’intero intervento un sapore green e decisamente all’avanguardia.

 

SCHEDA DEL CANTIERE

Ente appaltante: Conceria Masoni S.p.A.
Luogo: via Fermi 4, Santa Croce sull’Arno (PI)
Data inizio lavori: 13/04/2015
Fine lavori: 29/08/2016 
Tipo di opera: Ampliamento immobile ad uso direzionale e produttivo e riqualificazione area ad uso pubblico
Progettista: Beta Progetti Srl
Importo: euro 3.800.000,00
Project manager: geom. Matteo Bacchin
Site manager: Matteo Gazzola
Cost controller: Federico Favaro

Condividi questo articolo:

Ultimi articoli

Ultime aggiudicazioni (Giugno 2019)

  Autostrada BS VR VI PD Spa (ATI ICM - CARRON- ICOP) Opere di completamento della nuova autostazione di Montecchio Maggiore (VI) e collegamenti con la viabilità ordinaria Importo: € 56.813.000,00   Zambon Spa Edifica(…)

Continua a leggere

Ufficio Commerciale e Ufficio Gare Carron

Intervista al responsabile dell'ufficio commerciale e al responsabile dell'ufficio gare

Continua a leggere

Ultimo magazine

Archivio magazine

 
 
Proposte Immobiliari
 

NEGOZI Ambito 2b

Caorle (VE)

 
 

Negozi

Quinto di Treviso (TV)

 
 

REDAZIONE

Carron s.p.a. | via Bosco, 14/1 - 31020 San Zenone degli Ezzelini (TV) | tel: +39 0423 9657 | info@carron.it

made in Nextep