arrow-left-lightarrow-left-thinarrow-right-lightarrow-right-thinarrow-rightbriefcaseclose-4closedownload-2download-3downloademail-2emailenvelopeexpand-buttonlinklocklogo-carronpadlock-2padlockpager-arrow-leftpager-arrow-rightsearchsharesocial-facebooksocial-instagramsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-whatsappsocial-youtubetimes

Restauro di Palazzo Roccabonella

Restauro e RistrutturazioneIndustriale

Carron, committente e general contractor, ha intravisto fin da subito il grande potenziale dell’immobile Roccabonella e ha abbracciato l’operazione di restauro conservativo, per valorizzare questo tesoro storico-culturale. Con le sue metrature generose e i circa 900 metri quadri di corte con giardino, è considerato uno dei più preziosi e suggestivi edifici del patrimonio architettonico padovano.
Il recupero del palazzo è stato progettato attraverso i più seri criteri del restauro conservativo, unendo ad essi un elevato standard qualitativo dal punto di vista impiantistico e di comfort. Il restauro riporta in auge l’antica essenza del palazzo, con un attento risanamento sia delle sue componenti decorative che di quelle architettoniche.
Lo storico palazzo comprende splendidi immobili di prestigio: 30 appartamenti, 2 negozi e 49 garage.
Il complesso sarà dotato di impianti di climatizzazione invernale ed estiva in grado di fornire un livello di comfort elevato, secondo i più moderni standard qualitativi. La generazione termofrigorifera e sanitaria sarà centralizzata con un innovativo impianto geotermico, in grado di prelevare calore dal terreno sottostante nella stagione invernale per poi restituirlo in estate. Il sistema predisposto conta su geosonde a circuito chiuso in grado di scambiare calore con il terreno circostante. Tale rete di captazione e restituzione termica è stata posata nelle fondazioni al di sotto del parcheggio interrato, potendo contare su una elevata stabilità termica del terreno in profondità. L’impianto geotermico è in grado di sopperire a circa metà della richiesta energetica annua. Il raffrescamento sarà invece affidato a sistemi convettivi incassati  in nicchie o nascosti nelle finiture. La dotazione elettrica prevede sistemi di illuminazione a led in grado di assicurare la piena fruizione degli spazi condominiali interni ed esterni ed al contempo la valorizzazione dell’architettura anche in regime notturno.
L’impresa Carron ha voluto che il rilievo, la progettazione e la gestione del cantiere venissero realizzati utilizzando le più moderne tecnologie: rilievo con laser scanner 3D e il Building Information Modeling (BIM). In questo modo si è potuto ottenere un unico modello informativo contenente tutte le informazioni necessarie per lo sviluppo del progetto, nel rispetto dei vincoli e della storicità dell’edificio. Inoltre, l’utilizzo dei modelli BIM consente, in fase di cantiere, di visualizzare tridimensionalmente le sequenze costruttive, le scelte logistiche e confrontare diversi scenari tramite applicazioni di digital construction. In questo modo si ottiene una più accurata pianificazione del lavoro, un tracciamento preciso dell’avanzamento delle attività di cantiere e una tempestiva analisi di eventuali problematiche.
  • Ente appaltanteCarron cav. Angelo S.p.A.
  • Luogo Padova vedi mappa
  • Data inizio lavori13/11/2019
  • Tipo di operaRestauro di complesso storico per realizzazione unità residenziali
  • Progettistaarch. Albano Salmaso - Progetto esecutivo: Studio Incide